FIAVET NAZIONALE IN PRIMA LINEA SUL DDL N. 727, RELATIVO AL RIORDINO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE IN MATERIA DI TRASPORTO AEREO

  • 22.02.2019 - COMUNICATO STAMPA
     Fiavet Nazionale, con la consulenza del suo Ufficio Legale, dopo aver letto il Disegno di Legge n. 727 (Delega al Governo per il riordino delle disposizioni legislative in materia di trasporto aereo), ha portato all’attenzione del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti la questione riguardante le insolvenze e i fallimenti dei vettori aerei, che implicano per il passeggero, nell’ipotesi di acquisto del solo volo, l’impossibilità di poter contare sull’immediato rimborso del prezzo del biglietto. Problema che riguarda anche le Agenzie di Viaggi quando acquistano la biglietteria come elemento integrante di un pacchetto venduto in qualità di organizzatore.

    Il tema, ormai ricorrente da anni, comporta un effetto cascata estremamente negativo: dall’insorgere di un elevato contenzioso tra i viaggiatori e le Agenzie – che a causa dei sistemi di acquisto della biglietteria aerea non sono in grado di bloccare il pagamento del biglietto e garantire una pronta restituzione dell’importo -; a quello tra il comparto agenziale e gli stessi vettori falliti, con margini di recupero molto scarsi per la natura chirografaria del credito.

    Nel caso, inoltre, dei pacchetti di viaggio, il volo che viene cancellato comporta: nell’ipotesi migliore l’obbligo di riprotezione a carico dell’Agenzia organizzatrice con oneri maggiori dovuti all’aumento delle tariffe in prossimità delle date di partenza; o l’annullamento dei pacchetti con conseguenti cause di risarcimento, laddove l’organizzatore non sia in grado di ripianificare i voli cancellati per default.

    A fronte di tali conseguenze, con ingenti costi a danno della filiera e relative incidenze negative sul PIL del comparto turistico, Fiavet Nazionale avanza da tempo la richiesta, condivisa anche dalle Associazioni dei Consumatori, di costituire un Fondo di Garanzia, che potrebbe essere finanziato imponendo il versamento di una piccola percentuale del prezzo della biglietteria aerea, senza aumentare le componenti della tariffa e dei suoi supplementi, o destinando anche una parte degli introiti provenienti dall’incasso delle sanzioni erogate dall’Enac per violazione del Regolamento CE 261/04.

    Dopo aver analizzato in modo capillare il Disegno di Legge, questa dunque la proposta avanzata nuovamente al Ministro dell’Infrastrutture e dei Trasporti, chiedendo di valutare l’inserimento di un emendamento che modifichi il testo dell’art. 1 con un’integrazione che disciplini gli effetti derivanti dai casi sopra menzionati anche attraverso la costituzione di un apposito Fondo di Garanzia.


    ALLEGATI

Evento Fiavet Zagabria
Quesiti Fatturazione Elettronica
FIAVET - EBNT
ACCORDO FIAVET - TRENITALIA
IMPRESE DI VIAGGI E TURISMO - ASPETTI FISCALI
LO STUDIO DI SETTORE PER LE AGENZIE DI VIAGGI E TOUR OPERATOR
L'AGENTE DI VIAGGIO ONLINE
Contratto turismo scolastico
Focus tassa di soggiorno
Quesiti Fiscali
EOS CODE
Travelife
SOTTOSCRIVI I FEED RSS E RESTA AGGIORNATO CON FIAVET
twitter facebook

ULTIME NOVITÀ

LOGIN

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

INVIA

Torna alla login
ASSOCIATI ADESSO